Home | Chi Siamo | market analysis and report | hamlet - moral responsability and truth | ppp leson plan
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Caldo umido ma non troppo, temperature non elevatissime anche a causa del transito di nuvolaglia.

(del 07/06/2019)

Il clima estivo è arrivato sull’Italia ed anche sull’Umbria con temperature prossime alle medie del periodo quindi niente caldo intenso per ora, naturalmente c’è chi ha iniziato a soffrire un po’ il caldo ma non tanto per le temperature reali che come abbiamo detto si sono quasi sempre ed ovunque mantenute sotto i 30°C, più semplicemente perché veniamo da un maggio con temperature ampiamente sotto media e quindi non ci siamo abituati, poi se si aggiunge la presenza di umidità fornita all’aria sia da terreni che hanno assorbito tanta pioggia che da superfici marine fredde sopra le quali scorre aria più calda, il quadro generale risulta più chiaro. Detto questo, ora analizziamo con maggiori dati sottomano e quindi con maggiori certezze la prima ondata di caldo della stagione che interesserà l’Italia da stasera fino almeno a martedì 11 giugno.
Le dinamiche sono le stesse che caratterizzano le principali ondate di caldo nord africano che colpiscono il bacino centrale del mar Mediterraneo ma gli effetti sull’Italia vanno comunque valutati in relazioni alle condizioni climatiche locali. In queste ore un’ampia circolazione depressionaria nord atlantica posizionata sopra l’Europa occidentale determina l’attivazione di un flusso di correnti meridionali calde sul bacino centrale del mar Mediterraneo che già sta interessando la Sardegna ed a breve interesserà anche l’Italia favorendo la strutturazione di un promontorio anticiclonico afro mediterraneo tra isole Baleari, Grecia e regioni alpine. Nelle prossime ore tale circolazione anticiclonica garantirà condizioni atmosferiche prevalente stabili sull’Italia, debole instabilità atmosferica pomeridiana solo su Alpi centro occidentali sfiorate da un flusso di correnti più umide sud occidentali. Nel fine settimana assisteremo ad un’intensificazione del flusso di correnti calde meridionali, dall’entroterra algerino verso il bacino centrale del mar Mediterraneo, con anticiclone afro mediterraneo in rafforzamento sopra l’Italia dove avremo, come anticipato, la prima intensa ondata di caldo della stagione. L’aria calda in arrivo sull’Italia sarà comunque umida, a causa della vicinanza all’Italia del sistema depressionario presente sull’Europa occidentale e per una certa quota di umidità che lo stesso mare più freddo cederà all’aria calda in transito sopra di esso, ciò causerà la formazione di nuvolosità, prevalentemente stratificata, soprattutto sul centro nord Italia e da domenica 9 giugno un aumento dell’instabilità atmosferica sulle regioni alpine ed in maniera minore lungo l’Appennino. Lunedì 10 giugno ulteriore, lieve aumento dell’instabilità atmosferica, prevalentemente pomeridiana, sul nord Italia.
Sull’Umbria giornata odierna all’insegna di un cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con temperature massime in aumento e deboli venti meridionali ma già dal pomeriggio ed ancor più dalla serata inizieranno ad affacciarsi le prime velature e sottili stratificazioni nuvolose. Nel fine settimana i banchi di nubi stratificate in transito sull’Umbria diverranno man mano più frequenti ed oltre a limitare il soleggiamento ed il relativo rialzo termico diurno, non si esclude che domenica 9 giugno possa cadere, localmente, anche qualche goccia con sabbia del deserto. Lunedì 10 giugno condizioni atmosferiche molto simili a quelle di domenica 9 giugno, con alternanza di sole e banchi di nubi stratificate con possibilità di qualche locale goccia. Temperature in ulteriore aumento, specie le minime. Per quanto riguarda i valori massimi dovremmo avere valori compresi tra i 31°C ed i 36°C, i più elevati nel ternano, tra domenica 9 e lunedì 10 giugno che dovrebbero essere le giornate più calde, temperature minime notturne tra 17°C e 22°C.
Quello che succederà poi da martedì 11 giugno non è ancora ben chiaro, probabilmente affluirà aria un po’ più fresca sulle regioni alpine con un calo termico soprattutto al centro nord, non possiamo però ancora stabilire l’entità e la durata del calo, ma soprattutto se sarà accompagnato da qualche locale rovescio o temporale. Ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.
L’immagine satellitare qui sotto, riferita alle ore 11.30 odierne, mostra il cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte dell’Itali peninsulare, mentre l’aria calda in transito sui tratti di superficie marina fredda tende a produrre, specie in assenza di vento, banchi di nebbia e nubi basse anche lungo le coste.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
20/05/2019
 
NEWS
 
PREVALENZA DI SOLE E TEMPERATURE POCO SOPRA MEDIA FINO A SABATO 22 GIUGNO POI INTENSA ONDATA DI CALDO.
19/06 [ore 9.99 ]
INAUGURAZIONE NUOVA WEBCAM PER CASTELLUCCIO DI NORCIA IN COLLABORAZIONE CON SCENARI DIGITALI
18/06 [ore 9.99 ]
OGGI MOLTO CALDO MA NUBI IN AUMENTO, POSSIBILE QUALCHE GOCCIA CON SABBIA. FINE SETTIMANA SOLE MA CALDO IN CALO
14/06 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011